Quercetina: benefici e proprietÓ

 

In questi tempi piuttosto particolari, tutti gli occhi sono puntati su sostanze naturali in grado di rafforzare l'immunità. La quercetina viene quindi spesso proposta. Che cos'è, quali sono i suoi reali benefici e dove possiamo trovarla?

Che cos'è la quercetina?

Un pigmento vegetale che dona il colore ad alcune piante

Poco nota al grande pubblico, la quercetina (o quercitina o quercetolo) è tuttavia un elemento importante della nostra alimentazione.

Fa parte della famiglia dei flavonoidi, questi pigmenti che danno il loro colore a fiori, frutta e legumi.  Tra i flavonoidi, la quercetina fa più precisamente parte dei flavonoli, riconoscibili per il loro colore giallo brillante.

Questa molecola si caratterizza anche per il suo sapore amaro.

Il principio attivo di molte piante medicinali

La quercetina è considerata come il più attivo dei flavonoidi.

Numerose piante medicinali devono così le loro proprietà al loro alto livello di quercetina : il ginko, l'iperico, il sambuco, ecc. Questo principio attivo si trova anche in molti alimenti, in particolare nei capperi, nei peperoni gialli, nelle cipolle crude, nei mirtilli selvatici, nel tè verde, ecc.

 

Quali sono i benefici della quercetina?

Una sostanza naturale che rinforza le barriere immunitarie

La quercetina è un elemento nutritivo estremamente benefico per l'organismo. In particolare, permette di stimolare la risposta del sistema immunitario e di regolare un'eccessiva infiammazione

Favorisce così, ad esempio, la biogenesi dei mitocondri, a volte soprannominati come i "centri energetici" delle cellule. Rafforza anche le pareti dei capillari, i vasi sanguigni più sottili dell'organismo e provoca una diminuzione della loro permeabilità. 

Il quercetolo agisce anche sostenendo l'azione della vitamina C, un altro importante agente dell'immunità. Ne migliora gli effetti, aumenta il suo assorbimento e ne rallenta anche l'eliminazione dall'organismo.

La quercetina è anche un potente antinfettivo

La quercetina mostra anche potenti proprietà antinfettive. Diverse fonti le attribuiscono in particolare delle proprietà antibatteriche e antivirali. Il 25 febbraio 2020, il dottor Michel Chrétien, dell'Institut de recherches cliniques de Montréal (IRCM), ha spiegato così a Radio Canada che la quercetina è attualmente utilizzata per trattare e prevenire i virus Ebola e Zika.

Uno studio internazionale cui partecipa l'Istituto di nanotecnologia del CNR ha scoperto che la quercetina funge da inibitore specifico per il virus responsabile del COVID-19 mostrando un effetto destabilizzante sulla 3CLpro, una delle proteine fondamentali per la replicazione del virus. Lo studio è pubblicato sull'International Journal of Biological Macromolecules[

Un super antiossidante

La quercitina è anche un vero serbatoio di antiossidanti.  Ricordiamo che gli antiossidanti sono queste molecole responsabili dell'eliminazione dei radicali liberi, gli agenti tossici che attaccano e riducono le cellule dell'organismo.

L'assunzione di quercetina permette quindi di proteggere il tuo corpo dalle conseguenze deleterie dello stress ossidativo.

La quercetina rallenta l'invecchiamento e riduce il rischio di cancro

Questa azione antiossidante svolge in particolare un ruolo positivo contro l'invecchiamento e le malattie. Possiamo quindi dire che questo flavonolo esercita una vera azione antietà.

La quercetina aiuterebbe anche a proteggere il cervello e il sistema nervoso.  Alcuni test effettuati su alcuni topi nel 2018 hanno evidenziato questo effetto neuroprotettivo. 

Alcuni ricercatori hanno anche scoperto alcune sue proprietà anticancro (in modo particolare contro il cancro al pancreas). Queste ultime sarebbero dovute, tra l'altro, alla sua azione sullo stress ossidativo, ma anche alla sua capacità di inibire l'aggregazione piastrinica. Assicurati tuttavia di consultare il medico se stai già seguendo una chemioterapia.

Ideale per ridurre il colesterolo e promuovere una buona salute cardiovascolare

L'assunzione di quercetina provoca anche una riduzione del livello di colesterolo cattivo (LDL), così come una diminuzione della pressione arteriosa. Questo flavonoide agisce infatti su vari parametri come l'elasticità vascolare e la resistenza vascolare periferica.

La quercetina porterebbe quindi a una riduzione dei disturbi cardiovascolari

Un antistaminico naturale molto efficace

Infine, è noto che la quercetina esercita un' azione antistaminica (in altre parole antiallergica).

Ricordiamo brevemente che l'istamina è questo mediatore chimico che svolge un ruolo importante nei fenomeni allergici: asma, raffreddore da fieno, orticaria, eczema... Il quercetolo agirebbe stabilizzando le membrane delle cellule che rilasciano l'istamina. 

 

Ma l'alimentazione da sola non è sufficiente per assimilare abbastanza quercetina

Dose giornaliera raccomandata di quercetina

Come abbiamo visto, molti alimenti contengono questo principio attivo. Tuttavia, non è affatto ovvio raggiungere la dose giornaliera di quercetina raccomandata ... basandosi solo sulla nostra alimentazione. Per beneficiare appieno degli effetti positivi della quercetina, infatti si raccomanda generalmente di assumerne tra 200 mg e 1.200 mg al giorno, per un periodo da due a tre mesi.

Tuttavia, per ottenere 500 mg al giorno di quercetina mangiando peperoncino rosso (ad esempio), sarebbe necessario consumarne non meno di un chilo al giorno! Il che ovviamente non è una soluzione praticabile... Per quanto riguarda gli altri alimenti, è ancora peggio: troviamo solo 32 mg di quercetina per chilo di broccoli crudi, 12 mg per chilo di ciliegie, 1,3 mg per chilo di mele crude (buccia inclusa), ecc.

Da qui l'interesse degli integratori alimentari

Quindi, come fare per beneficiare al massimo di questa sostanza? Per un apporto giornaliero più sostanzioso ma anche più facile da assimilare, idealmente inizia una cura di uno o più integratori alimentari concentrati con quercetina. Non esitare ad assumere diversi prodotti in base alle tue esigenze al fine di aumentarne l'apporto giornaliero. Si noti inoltre che la stragrande maggioranza della letteratura scientifica promuove l'integrazione con quercetina, come lo ricorda uno studio recente. 

 

 

Fonte: www.supersmart.com - it.wikipedia.org


Presente su Shopzilla Presente su TrovaPrezzi Presente su ShoppyDoo Consigliato da Topnegozi.it presente su fogliettoillustrativo.net presente su prezzifarmaco.it